Da Roma solo caos, le accuse in diretta al Ministro Speranza: De Luca è un fiume in piena

Parte con una dura critica al governo nazionale la consueta diretta social fine settimanale del Presidente De Luca.

Mentre da Roma dovrebbero arrivare segnali positivi e invece c’è solo caos, si registra in Campania come nel resto del paese un pesante aumento dei contagi.

Dal raffronto della situazione attuale con quella dello scorso anno emerge un quadro preoccupante.

 

“Lo scorso anno nella prima settimana di luglio i positivi al covid erano 208 oggi 13.214, i ricoveri ordinari erano 218 oggi 606, i ricoveri in terapia intensiva erano 17 oggi 34, i positivi isolati in casa erano 7055 oggi 15.785. Il dato peggiore è quello delle terapie intensive, dove si registra il raddoppio dei ricoveri. Tra i nuovi contagiati vi è un boom di positivi in età pediatrica e a centinaia nel personale medico, dato che preoccupa vista la mancanza di personale. Se l’andamento continua ad essere questo, per settembre avremo una situazione molto pesante e nei mesi a seguire si ripresenteranno i problemi legati alla scuola, alla dad, ai trasporti pubblici, nei locali e nei luoghi di assembramento” ha detto il Presidente De Luca, nella sua seguitissima diretta Facebook.

 

“È bene che i cittadini siano consapevoli della situazione e sarà determinante il senso di responsabilità di ognuno. Non bisogna abbassare la guardia per via delle notizie sui contagi di lieve entità, molti positivi hanno la febbre alta e difficoltà respiratorie da 15 giorni”.

 

Il Governatore giudica ridicolo il comunicato del Ministero della salute che segnala un aumento preoccupante dei contagi, con non poco ritardo e fornendo dati errati sulla percentuale dei posti occupati nei reparti ordinari e di terapia intensiva. Bisogna completare la quarta dose di vaccino per gli ultraottantenni e i soggetti fragili; il governatore lancia un appello ai medici di medicina generale affinché prescrivano la somministrazione di farmaci antivirali quando il contagio è individuato in breve tempo, l’obiettivo è aumentare di 10 volte l’uso dei farmaci antivirali; siccome la maggior parte dei nuovi contagiati sono in età pediatrica è bene che le famiglie assumano un atteggiamento di attenzione e prevenzione già da ora. Dal 5 luglio sono riaperti i centri vaccinali dell’ASL Napoli 1, le informazioni sugli orari di apertura sono reperibili sul sito della Regione o sulla pagina fb dell’ASL Napoli 1.

 

Poi qualche buona notizia: “Partono i lavori all’ospedale San Gennaro di Napoli per il primo centro residenziale da 100 posti letto, i lavori per la costruzione di un ospedale psichiatrico agli ospedali Annunziata e Incurabili, per un investimento complessivo di 150 milioni. Consegnato il progetto esecutivo per il nuovo ospedale Rungi d’Aragona di Salerno, a settembre partirà la gara e in tutte le gare indette dalla Regione sarà previsto il terzo turno di lavoro, in modo che si lavori 24h per completare l’edificazione di un ospedale da 700 posti letto in 3 anni anziché 30. Sono in corso i lavori per l’accorpamento dell’ospedale di Solofra al Moscati di Avellino, i lavori per il nuovo Santo Bono, per la progettazione dell’ospedale della penisola Sorrentina e il raddoppio dell’ospedale di Ischia. Parte stasera con l’esibizione dell’orchestra del teatro San Carlo il Festival di Ravello, venerdì 15 luglio a Paestum si terrà uno spettacolo di Fiorello patrocinato dalla Fondazione Scudieri, il ricavato dell’evento sarà destinato per le cure e l’assistenza medica dei bambini ucraini ricoverati al Santo Bono di Napoli”.

Il Presidente De Luca promette ai cittadini campani che in vista delle prossime politiche lancerà un appello affinché i candidati che non hanno lavorato per i loro interessi in materia di sanità non siano votati.

Vincenzo D’Arienzo

I commenti sono chiusi.