POLVERIERA PONTICELLI – Si continua a sparare in centro: con una mitragliatrice sparano in aria e colpiscono auto al viale Margherita

Ponticelli (Napoli) – Una «stesa» o forse un avvertimento di camorra in una zona dove lo scontro tra clan non dà mai segnali di tregua. Sabato 2 luglio, nel tardo pomeriggio, in viale Margherita, al rione Ponticelli di Napoli, con negozi aperti e strada piena di gente, due persone a bordo di uno scooter e con il volto coperto erano armati di una piccola mitragliatrice. E quando hanno attraversato viale Margherita hanno esploso diverse raffiche ad altezza uomo. Senza preoccuparsi dei passanti. Sono state colpite due auto che erano parcheggiate, numerosi bossoli sono stati poi trovati a terra dalle forze dell’ordine.

Al momento degli spari, la gente è scappata cercando un riparo nei palazzi o all’interno dei negozi. Pochi attimi dopo, i due in scooter – con il passeggero che brandiva una mitraglietta semiautomatica – sono fuggiti a tutta velocità. Per fortuna nessun ferito. I carabinieri hanno immediatamente avviato le indagini, cercando anche qualche indizio dai sistemi di videosorveglianza della zona. Di certo un gesto così eclatante, in pieno giorno e con un commando che non temeva di farsi notare, può solo avere un significato: un avvertimento a un clan rivale, una intimidazione.

Le auto colpite, peraltro, appartengono a due incensurati. Che non hanno alcun legame, neanche familiare, con esponenti di spicco della camorra locale. La Scientifica ha trovato sull’asfalto un bossolo 9×19, due bossoli 9×21, sei bossoli 6×35 e due frammenti di ogiva.

I commenti sono chiusi.