REPORT LAVORO – Disoccupazione, Campania maglia nera dell’Unione Europea

La Campania e la Sicilia sono agli ultimi posti nell’Unione europea per l’occupazione, con una persona su cinque disoccupata nel 2021. È quanto viene fuori dai dati di Eurostat sul mercato del lavoro. Il tasso di disoccupazione per le persone di età compresa tra i 15 e i 74 anni era il 19 per cento nelle due regioni italiane, in aumento rispetto al 2020 quando era il 18. La media dell’Unione europea è il 7 per cento. Peggiori di Campania e Sicilia soltanto le regioni spagnole di Ceuta (27 per cento), isole Canarie (23) e Andalusia (22), la Macedonia occidentale in Grecia (20) e altre due spagnole Melilla (20) ed Estremadura (19). All’opposto, le regione italiane con i tassi di disoccupazione più bassi erano la Provincia autonoma di Bolzano (4), il Veneto e la Provincia autonoma di Trento (entrambe al 5). A livello europeo, in cima alla classifica c’erano la regione polacca di Varsavia-Capitale e la regione ungherese del Transdanubio centrale, entrambe del 2 per cento. Intanto, sempre secondo le stime flash di Eurostat ad aprile 2022 l’inflazione su base annua in Italia risulta sotto la media dell’Eurozona, a +6,6 per cento rispetto al +7,5 dell’area Euro. La crescita dei prezzi in un anno in Italia a marzo è stata accertata al 6,8 per cento, mentre nell’Eurozona era pari al 7,4. Per il mese di aprile.

 

 

 

I commenti sono chiusi.