Conte parla già napoletano, il suo messaggio ai tifosi: “Amma faticà!”

“Ai tifosi ma non solo, a tutto l’ambiente napoletano, c’è da dire soltanto una sola cosa: amma faticà!”, vale a dire ‘dobbiamo lavorare’. Si è presentato con una frase tipica in dialetto il neo-tecnico del Napoli Antonio Conte.

Queste le sue parole al sito web azzurro: “Se mi dicono Napoli mi vengono in mente tante cose. E’ una delle città più belle al mondo e il popolo napoletano è un popolo di passione. So che sarà una bellissima esperienza, calcistica e di vita, e ho grande entusiasmo e voglia di viverla”.

Il suo messaggio ai napoletani: “Penso che avendo l’opportunità di fare questo mestiere, da allenatore o calciatore, vivere un’esperienza al Napoli è unica e chi ha il privilegio di poterla fare deve assolutamente fare questa esperienza”.

E il ricordo della sua prima volta da calciatore al Maradona, che allora era il San Paolo: “Mi evoca un bellissimo ricordo, Napoli-Lecce, quando ebbi il privilegio di marcare Maradona. Abbiamo perso 3-2 alla fine per il gol di Carnevale, però il ricordo più grande è quello del mio primo gol in serie A, nella partita al Maradona in cui marcavo Maradona. Marcavo lui e all’occorrenza cercavo di andare in attacco e per me fu una grandissima soddisfazione”.

I commenti sono chiusi.