Benevento 5, pokerissimo in Molise: arriva il quarto successo consecutivo

Quarto successo di fila per il GG Team Wear Benevento 5. La squadra di Andrea Centonze espugna per 1-5 il PalaUnimol e mantiene il +5 in vetta al girone B di A2 élite su quel Vitulano Drugstore Manfredonia vittorioso al Pala To Live. Nel primo tempo decidono Arvonio e Bobadilla, nella ripresa segna Triglia ma con l’uomo in più arrivano i sigilli proprio di Arvonio (bis), De Crescenzo e Matheus. Dedica a Lolo Suazo, che in settimana si è sottoposto all’operazione al menisco del ginocchio sinistro. Nel prossimo weekend sarà turno di riposo da calendario, venerdì 15 marzo al PalaTedeschi arriverà il Defender Giovinazzo per la ventitreesima di campionato.

A 4’18” i giallorossi sono già avanti: Botta guida la transizione, Arvonio evita un avversario e deposita in fondo al sacco lo 0-1 col mancino. Ancora il 17 pericoloso, Matheus poi si oppone alle scorribande di Nathan. Centrale la punizione del laterale ex Cmb, preludio al raddoppio targato Bobadilla: il pivot, favorito da una deviazione, non può sbagliare davanti all’estremo difensore. Sull’esterno della rete il tentativo di Di Lisio, che è l’ultimo prima della sirena dell’intervallo.

Ad inizio ripresa è bravissimo Matheus sul break di Nathan, in qualche modo però la palla entra quando Triglia vince un doppio rimpallo: 1-2. Ci prova Milucci, il destro viene anestetizzato sulla linea. Con la superiorità numerica per il doppio giallo a Nathan arriva il tris di spalla di Arvonio. De Crescenzo e Milucci successivamente combinano in maniera splendida, il numero 6 salta il portiere e mette dentro un cioccolatino per il poker dell’1-4. I cussini si giocano la carta power play, vani i tentativi perché Matheus non può far altro che calciare dalla sua porta per il definitivo 1-5.

“Sapevamo fosse complicata. Loro dei diciassette punti raccolti, ne hanno fatti quattordici nel girone di ritorno – dice coach Centonze. – Bravi a gestirla senza andare troppo in sofferenza, abbiamo concesso poco in ripartenza. Nella ripresa Bobadilla è mancato nelle rotazioni, anche se corti abbiamo lottato con l’umiltà che avevo chiesto. E’ stata di sacrificio, sono contento per la voglia e la determinazione anche se bisogna ancora crescere sotto alcuni aspetti”.

I commenti sono chiusi.