“Vesuvio erutta, Napoli distrutta”: il coro da stadio finisce su Spotify: la denuncia di Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli

“Vesuvio erutta, Napoli distrutta”: il coro da stadio finisce su Spotify Un coro da stadio, spesso usato da tifoserie contro Napoli e i suoi supporter finisce su Spotify: è “Vesuvio erutta, tutta Napoli distrutta”. A denunciarlo sono Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale della Campania di Europa Verde e Gianni Simioli, speaker di La Radiazza che ne chiedono “la rimozione immediata”. “Siamo nel 2022 e dopo tanti anni siamo ancora in questa situazione. Un’Italia poco unita, divisione e distinzione tra Nord e Sud, augurando la morte, augurando catastrofi naturali a una parte del Paese – scrivono Borrelli e Simioli in una nota – Tutto questo per quale fine? Tutto questo per uno sport”. “Il calcio è uno sport magnifico ma purtroppo viene rovinato da questa categoria di persone ignoranti e cafone. Abbiamo chiesto a Spotify di rimuovere il brano – proseguono -. Si tratta infatti di uno dei beceri cori indirizzati da molte tifoserie contro i napoletani. E’ incredibile che si trovi in rete, soprattutto su piattaforme mondiali che dovrebbero avere dei controlli preventivi”.

I commenti sono chiusi.