Viaggi di gusto di GCarlino.Carlo Centrella, Torrioni (AV)


Viaggi di Gusto di Gianluigi Carlino
CARLO CENTRELLA Torrioni (AV)
Bellissima giornata in quel di Torrioni, una delle patrie elette del celebre Greco di Tufo, quello vero quello delle miniere di zolfo che regala suggestioni che non ammettono l’indifferenza. Il greco è così o lo ami o lo detesti. Insieme al carricante è il vino bianco che preferisco. Ad accoglierci tutta la famiglia Centrella, con Andrea in prima battuta e poi il vulcanico papà Carlo e le donne di casa. Da subito una fantastica grappa di greco ghiacciata, invecchiata 13 anni fatta con il greco non con le fecce! Assolutamente spettacolare, le dommage è che non si vende, è solo per gli amici mi confida Andrea.
Ci aprono, così le porte della loro fresca dimora e ci concedono una domenica insieme con un pranzo vecchia maniera accompagnato dal vino della casa. Unica etichetta, Greco di Tufo Selvetelle. Carlo Centrella a tavola è un amabile istrione e bon viveur; grande cultura vinicola e grande esperienza ne fanno uno dei più autorevoli vigneron della zona. Conversare di vino con Carlo è davvero un piacere ed un arricchimento per me. Andrea al contrario è riservato, riflessivo amante del proprio lavoro. Dopo il giro nella piccola e spettacolare vigna mi racconta della zona in cui siamo, che può ben definirsi il grand cru del Greco, sopra le vecchie miniere. Avevo provato il Greco Selvetelle 2010 mesi fa e seppur con qualche remora mi aveva colpito molto. Vino di gran carattere e forza espressiva, sebbene a tratti ruvido. A tavola è uno spasso con Carlo che rimprovera benevolmente il figlio Andrea di non aver ghiacciato a sufficienza il vino. Sì, mi dice Carlo, “il greco va bevuto ghiacciato come uno champagne”. Piccola perplessità da parte mia, ma alla prova in casa Centrella e privatamente, il Greco di Tufo Selvetelle 2012, si mostra, bevuto ghiacciato, un vino formidabile nell’accoppiamento coi tagliolini all’astice. E’ un vino meno grintoso del 2010, più morbido, bevuto freddo regala una tagliente sensazione sulfurea ed un piacere raffinato. Appena fruttato, discretamente minerale, non una grande spalla acida, ma l’equilibrio comlessivo lo rende un gran bel vino. Prezzo onestissimo sugli 8/9 euro. Piccola la cantina con ambizioni di un petit ingradimento, ma per il momento in questo luogo è conservato l’archivio di famiglia che vede alcuni greco di annata veramente di grandissimo livello. Non vedo l’ora di tornare;un’azienda dal grande avvenire ne sono certo.
CARLO CENTRELLA con sede in Torrioni (AV) via Guardie 115 tel 0825 1801098 mail info@centrellavino.it
Ha 1,00 circa bottiglie prodotte circa 8.000

di Gianluigi Carlino
Foto D.Ruffolo

I commenti sono chiusi.