Pizzeria SALVO, San Giorgio a Cremano (NA)


SALVO pizzaioli da 3 generazioni. San Giorgio a Cremano (NA)
Lo sanno tutti che la pizza dai Salvo è un capolavoro, scopro l’acqua calda.
Due parole per descrivere i Salvo: Orgoglio e Intraprendenza.
Ciò che mi ha impressionato dei due fratelli Salvatore e Francesco è che questi due baldi pizzaioli sono la dimostrazione vivente della possibilità per i partenopei dotati di un minimo di buona volontà e intraprendenza di sfatare tutti i luoghi comuni che ci portiamo appresso noi meridionali in genere, sulla nostra apatia e incapacità di fare impresa.
Difatti Salvatore e Francesco gestiscono non una pizzeria, ma una vera e propria azienda, dove trovano lavoro 22 persone! 22 ragazzi e non, uniti in un team di collaborazione e passione per il proprio lavoro.
I Salvo hanno idee chiare, la giusta visione dei tempi, sanno sfruttare il marketing e soprattutto hanno rispetto per la tradizione non sottovalutando ciò che le nuove tecniche possono apportare ad un progetto.
E’ ammirevole sentire parlare Salvatore delle tecniche dell’impasto, delle sperimentazioni sugli oli sul pomodoro, sui lieviti, lo ascolti e comprendi che il ragazzo sa il fatto suo e viaggia come un treno, non si ferma più.
La prima cosa che si percepisce appena entrati nel bel locale di San Giorgio a Cremano, sono gli odori; ciò che la gente sta perdendo è proprio la capacità di annusare il cibo ed i buoni profumi. Dai Salvo si viene subito coinvolti in questa armonia olfattiva che introduce ad un delicato percorso gustativo; Salvo ed il maitre Antonio, gentilmente ci dedicano il loro tempo e ci propongono per l’appunto un percorso gastronomico fatto di step, che hanno anch’essi una loro logica. Ante: i fritti! Un classico partenopeo. Sfiziosaggini che hanno una storia ed una tradizione imprescindibili per il popolo napoletano, quello che si definisce un must. Delicatissimo il mini arancino con pecorino e burro pregiato, gradevole la melanzana fritta e sorprendente la classica frittata di pasta, per la piacevolezza e la cremosità. Poi la regina delle pizze: la margherita, impasto tradizionale con farine selezionatissime, pomodoro della zona e mozzarella nostrana, basilico in abbondanza e olio delicatissimo della zona, come dire: una magia che si rinnova!
A mio parere l’impasto dei Salvo trova la sua massima espressione nel calzone fritto, con ripieno di ricotta e provola di bufala ed aggiunta di cigoli. Se fossi un condannato a morte, vi prego, questo sarebbe il mio ultimo desiderio. Dulcis in fundo, la pizza nouveau dei Salvo: con la pappacena e conciato romano che fa 40 mesi nelle anfore, una pizza che sarebbe piaciuta a mostri sacri come Edoardo e Totò. Eccelle anche la scelta di vini e birre, tutti di ottima qualità. La sfida scherzosa, con Salvatore era sull’abbinamento perfetto. Lui ritiene che il Gragnano sia molto indicato, personalmente continuo a preferire la birra, ma dopo averci accostato l’Asprinio di Aversa dei Borboni, forse cambierò idea. A ne pas manquer mon amie; perché quando esci da un locale del genere non puoi che dire: grazie di esistere.
PIZZERIA “SALVO Pizzaioli da tre generazioni”.
Sede: San Giorgio a Cremano, Largo Arso 10/16. Tel 081 275306 lunedi –sabato 12.30/15 19/24 Chiuso la Domenica
Non si accettano prenotazioni

di Gianluigi Carlino

I commenti sono chiusi.