Viaggi di Gusto di Gianluigi Carlino. BRUGNANO Vini Partinico (PA)


Mi incuriosiva molto la zona del palermitano, mi incuriosiva questo territorio tra Monreale,Borgetto,San Cipirello, Partitico, un territorio molto interessante che sta avanzando alla ricerca della piena identità . In questo contesto il nostro viaggio si concede una sosta presso un’azienda molto interessante e come al solito di nicchia, cantine BRUGNANO in quel di Partitico. Azienda che nasce nel 1970 con la vendita del vino sfuso, ma che ha visto la luce in proprio nell’anno 2006.
Ad accoglierci con il solito straordinario calore siciliano è la padrona di casa, Antonella, caparbia femme du vin. Parliamo dei vigneti situati fra le province di Trapani, zona Castellammare del Golfo e Palermo con esposizioni che esaltano la luce e terreni ricchi di umidità, la cantina invece situata a Partitico è molto suggestiva ed è opera di un architetto locale. Alternanza di barrique,acciaio e botti grandi, lì dove l’enologo di estrema fiducia, Vincenzo Bambina, può sperimentare di continuo alla ricerca del top. La filosofia mi dice Antonella è quella della freschezze, immediatezza e bevibilità dei vini, con l’orgoglio di produrre il vino della zona, quel catarratto nei cui confronti di pone tanta fiducia. Ma non solo dico io! La degustazione che mi propone Antonella inizia proprio dal catarratto e dalla produzione base dell’azienda con la serie V90. Il V90 2012 (voto 14/20) appena imbottigliato e non ancora in commercio, mi lascia un po perplesso. Aromaticamente è discreto, ma è privo di struttura ed al palato risulta alquanto evanescente, problemi mi dice Antonella dovuti alla anticipata vendemmia che rende un grado alcolico di 12.5°. E’ un vino che sta riscuotendo enorme successo nei mercati esteri, sia per la freschezza che per il buonissimo rapporto qualità prezzo (€ 5,00). A mio parere occorre ancora scoprire le potenzialità reali di questo vitigno autoctono, che è davvero difficile e ostile e che non trova ancora, per caratteristiche territoriali quella giusta spinta acida. Diverso il discorso per il V90 2011 Nero D’Avola (voto 16/20), è un vino che mi colpito in modo particolare per la sua freschezza e fluidità di beva. Sprizzante energia da ogni goccia, nella sua vitalità si lascia bere con entusiasmo. Un perfetto compagno per la tavola di tutti i giorni.Prezzo fantastico (€ 5,00). Il cru della casa è l’HONORIS CAUSA 2008 Nero d’Avola 75% e Syrah 25%, (voto 16.5/20) vino dal perfetto equilibrio e di estrema eleganza, caratterizzato da quella gradevole spinta di classe delle uve Syrah che personalmente amo molto. Concludiamo con il vino che a mio parere è il più riconoscibile (ma non il migliore) dell’azienda, il NAISI, Nero d’Avola e Tannat affinato 9 mesi in acciaio. E da lì lo degustiamo. Olfattivamente è un vino intrigante e al palato si rende perfettamente riconoscibile, la forza estrema del tannat calca in maniera impressionante i tannini e lo rende unico (voto 16/20). La gamma aziendale prevede ancora il V90 Syrah in purezza, il Lunario cru di catarratto, ed il Lunario IGT Nero d’Avola in purezza, ed il Kue IGT blend di Inzolia e Viognier che ci ripromettiamo di assaggiare al Vinitaly.
Una piacevolissima sorpresa ed un’altrettanto piacevole scoperta. Gradevoli vini, freschi e immediati, molto godibili anche per il quotidiano e soprattutto magnifico rapporto qualità prezzo. Complimenti di cuore. Sono sicuro che i grossi sacrifici e gli investimenti effettuati per una bellissima struttura saranno col tempo ampiamente ripagati.
Azienda BRUGNANO con sede in Partinico (PA) Contrada San Carlo SS 113 Km 307 –
Tel 091 8783360 o rivolgersi ad Antonella 347 6357410 mail info@brugnano.it
Ha 15 + 30 in gestione bottiglie prodotte circa 125.000

di Gianluigi Carlino

I commenti sono chiusi.