Ragù di mare. Le ricette della cucina sfilabile di Paolo Perrotta


Preparate la salsa verde, lessando per prima cosa in acqua o ancora meglio in brodo vegetale una piccola patata tagliata a fette grosse. Sbollentate poi nella stessa acqua
della patata anche le foglie di spinaci. Quindi frullate insieme le foglie di basilico, prezzemolo, spinaci e patate fino a creare l’emulsione. Lasciamo da parte la salsa e
procediamo a preparare il ragù di mare. Preparate un soffritto con aglio, olio e peperoncino e quindi mettete a cuocere le seppioline tagliate a pezzi piccoli e i gamberi sgusciati. Nel frattempo iniziate a far cuocere i paccheri in abbondante acqua salata. A metà cottura, scolate i paccheri e finiteli di cuocere nel tegame col sugo delle seppiette e dei gamberi. Aggiungete qualche mestolo di acqua di cottura della pasta nel tegame e lasciate cuocere i paccheri. Qualche minuto prima della fine della cottura aggiungete i filetti di alice e quindi in ultimo le seppie e i gamberi. Fate amalgamare bene i paccheri col condimento e preparatevi a servire. Aiutandovi con un cucchiaio, fate uno strato di salsa verde sul fondo di ciascun piatto sul
quale verranno messi i paccheri, quindi distribuite la salsa anche sopra la pasta. Finite il piatto spolverando i paccheri con qualche foglia di basilico, di prezzemolo tritato e olio a crudo.
Gli ingredienti
per due persone e mezzo: 300 gr di paccheri, 200
gr di seppie, 5 alici, 200 gr di gamberi, basilico, prezzemolo, spinaci,
una patata, olio, aglio, peperoncino
Il disco
The age of acquarius/Let the Sunshine in. Di e con Fifth Dimension, perchè prima ancora che inventassero il treD, questi erano fuori sì, ma decisamente oltre.
Hanno ispirato il musical Hair.
Il dvd
Butch Cassady and Sundance Kid: George Roy Hill racconta la fine del vecchio Western con Paul Newman e Robert Redford. E sotto la musica (gran belle ballate) di Burt Bacharach
Il drink
Vodka Tonic: il ritorno al passato. Il passato che gira e poi torna, per
restare con noi: sempre
Il vino
Fiano di Avellino. Buono, duro, fruttato. Da bere ghiacciato al crepuscolo, prima del buen retiro.

I commenti sono chiusi.