Pizza Expo a Salerno fa il bis dal 3 al 6 ottobre


Pizza Expo fa il bis: dal 3 al 6 ottobre 2013 a Salerno
In seguito all’enorme successo riscosso, la manifestazione intitolata “Pizza Expo”, svoltasi a Salerno tra il 25 e il 29 settembre, bisserà il prossimo fine settimana.
La manifestazione, organizzata dall’associazione “Scuola D’Arte Pizzaioli” e promossa da Rivendesi Media, proponendosi come una vera e propria esposizione, una vetrina allestita con le eccellenze del territorio, si distingue da una semplice festa della pizza.
Ad ospitare la kermesse è il Parco del Mercatello, uno spazio di ben centomila metri quadri sito nella parte orientale della città, spazio che, per le sue dimensioni, riesce ad accogliere comodamente non solo i maestri pizzaioli espositori ma anche un numero elevatissimo di tavoli ed un palco dedicato all’intrattenimento.
Ventidue le pizzerie – per la maggioranza salernitane – che hanno aderito alla manifestazione e che riapriranno le insegne da giovedì a domenica: “Carminuccio” (Mariconda, Salerno), “Il Girasole” (Coperchia di Pellezzano, Salerno), “La Strega Vesuvia” (Salerno), “Il Patriarca” (Pastena, Salerno), “Il Castagnaccio” (Montoro Inf., Avellino), “O’ Capone” (Montoro Inf., Avellino), “Pellone” (Napoli), “Fratelli la Bufala” (Salerno), “Bella Figliuola” (Napoli), “Toto e Sapore” (Napoli, Salerno), “Pizza e Via” (Salerno), “Scuola d’arte Pizzaioli” (Italia), “Pizzeria Service al Mercato” (Torrione, Salerno), “Dal Guappo” (Moiano, Benevento), “Pizzeria ….e perché no” (Lancusi, Salerno), “Pummarola n’goppa” (Salerno), “Free style” (Salerno), “Celiamix” (Torrione, Salerno), “Pizzeria Vesuvio” (Arbostella, Salerno), ciascuna delle quali propone, oltre alla classiche pizze, la sua specialità, indicata da un cartello posto sullo stand. La tipicità – protagonista della manifestazione – si legge dalle etichette dei prodotti scelti per impastare e per condire le pizze: farina dell’ “Antico Mulino Caputo” di Napoli, pomodori “La Torrente” di Sant’Antonio Abate (NA), mozzarella “Agrilat” di Eboli (SA) e olio extravergine di oliva “Stilla” di Roccadaspide (SA).
Gli avventori possono optare per un menu classico dal costo di 5 euro, che offre la possibilità di degustare una pizza margherita o marinara a scelta tra i forni e di scegliere una bibita (acqua/Coca Cola/birra Peroni), oppure per un menu speciale di 7, con cui si ha diritto ad una pizza “speciale”, secondo le offerte dei vari forni, ad una bibita (sempre a scelta tra acqua, Coca Cola e birra Peroni) e ad un caffè; il menu completo – dal costo di 10 euro – offre invece una pizza speciale, una bibita, una ciliegina di Mozzarella di bufala Agri-Lat , un dolce (a scelta tra zeppola e biscotti artigianali) e un caffè. Inoltre, pizza e spettacoli gratis per i più piccoli.
Tra i forni, segnalo con grande piacere “Totò Sapore” – presente sia a Napoli che a Salerno – che invita a provare la sua eccellente pizza in anteprima a chi fa la fila per l’ordinazione. Pizza estremamente leggera e gustosa, dalla sfoglia morbida e sottile.
Oltre ai forni, tra gli stand è presente un piccolo reparto dedicato alla friggitoria – che propone un’ottima frittura mista (patatine, crocché e frittelle di alghe) e il tipico “cuoppo” di pesce – e l’angolo per i golosi di dolci, che potranno assaggiare l’invitante zeppola fritta o provare dei deliziosi biscotti artigianali.
Gli organizzatori garantiscono che sul palco della manifestazione saliranno, anche nel prossimo fine settimana, grandi artisti quali Michele Caputo e Chicco Paglionico di Zelig – che proporranno lo spettacolo intitolato “Comicamente” – e anticipano che due sorprese desteranno lo stupore di tutti i presenti. Inoltre, un big musicale chiuderà la kermesse.
Giovanna Sfera

I commenti sono chiusi.