Napoli, l’hotel Santa Lucia inaugura il Ristobar il 7 marzo 2012


Nuove atmosfere e restyling d’autore al Santa Lucia: lo storico albergo del lungomare partenopeo inaugura il Ristobar, un amarcord della vecchia Europa.
Con vista sul molo di Santa Lucia e il Castel dell’Ovo, il Ristobar è un salotto informale dove ci si incontra per un caffè o un drink, un light lunch di lavoro, una cena tra amici o semplicemente un aperitivo. La cucina è firmata dallo chef Antonio Scarpati, ed è un omaggio alla semplicità e alla squisita accoglienza italiana: zuppe di stagione ed insalate fresche, mozzarella di bufala campana, club sandwich, polpettine di pesce.
Al piano terra dell’albergo, con accesso diretto dalla hall, il Ristobar è stato disegnato e realizzato dall’interior designer Mario Bottiglieri, che ne ha studiato concept, arredi e materiali. , spiega Mario Bottiglieri che da napoletano colto ed innamorato della propria città, aggiunge: .
Lo spirito è quello di uno yachting club degli anni Trenta, ha il sapore del circolo nautico rétro e dei caffè dei primi del Novecento: dalle finestre si vede il mare di Napoli, Capri sulla linea dell’orizzonte, il Vesuvio e il trecentesco castello di tufo giallo, icona della città. Un tenue verde salvia alle pareti, marmi arabescati ed eleganti boiserie bianche caratterizzano l’ambiente dove spiccano i bei lampadari di Murano e il grande specchio decorato “a pastina”, disegnato dall’architetto Giovan Battista Comencini, che nel 1906 progettò l’intero edificio.
Un guizzo di colore è dato dalle poltroncine in velluto e bullette rosso, grigio, blu melange e verde salvia che accompagnano i tavolini in opaline nera: tutto l’arredo è stato disegnato da Bottiglieri che ha curato ogni più piccolo dettaglio utilizzando maestranze artigianali come ebanisti, doratori, tornitori, pittori e decoratori. Il risultato è uno spazio di sobria e ricercata eleganza che accoglie come una casa
Il Ristobar è aperto tutti i giorni dalle 11 alle 23.

I commenti sono chiusi.