La pizzeria Di Matteo dopo Clinton attende Obama

image
Era il luglio del ’94 quando Bill Clinton in occasione del G7 a Napoli ebbe il desiderio di visitare le zone più caratteristiche della città. La scelta della passeggiata non pianificata tra i folcloristici vicoli di Napoli ricadde su via Tribunali dove l’allora presidente americano sapeva di poter gustare la tradizionale “pizza a libretto”  la cui fama aveva già da tempo oltrepassato anche l’oceano ed era giunta fino in America. A deliziare il palato del Presidente Clinton fu  la famosa pizza di Di Matteo consegnata direttamente nelle sue mani dal giovane Paolo Mancini che con perfetto tempismo e prontezza di spirito seppe cogliere il desiderio dell’ospite inatteso nel momento in cui si fermò  con  sguardo rapito dinanzi all’ingresso della storica pizzeria sita al civico 94.
A distanza di 18 anni ecco cosa affermano con grande orgoglio e determinazione i titolari e l’intero personale della pizzeria Di Matteo: “Dopo Clinton attendiamo Obama!”
Quindi non ci resta che attendere mentre l’estro creativo di Salvatore Di Matteo è già all’opera per dedicare al presidente americano Barack Obama riconfermato quest’oggi una delle sue esclusive pizze “Personaggio”.

I commenti sono chiusi.